Tramadol antidolorifici è un farmaco che può causare la morte

È noto che un errore nel dosaggio di un farmaco o la sua interazione con un’altra sostanza può avere effetti dannosi sulla persona che lo assume. È quindi importante seguire le istruzioni del medico durante l’assunzione di determinati farmaci. Questo è infatti il ​​caso di questo analgesico che ha ucciso diverse persone in Irlanda a causa del suo uso improprio. Questo è Tramadol, ecco tutto ciò che devi sapere su questo antidolorifico!

Gli analgesici o analgesici sono antidolorifici, alcuni dei quali possono essere assunti come automedicazione. Ma queste assunzioni possono essere molto pericolose perché una semplice interazione con un altro farmaco, cibo o alcol può causare una reazione allergica che va da un semplice prurito alla morte improvvisa.

Che cos’è Tramadol?

Tramadol è un analgesico di categoria 2, questo tipo di farmaco è usato per trattare il dolore da moderato a grave che non è alleviato dagli analgesici di categoria 1 come il paracetamolo. Sono anche chiamati analgesici della morfina deboli o minori perché le molecole sono vicine alla morfina e agiscono sul sistema nervoso centrale. 

Quali sono i pericoli di questo farmaco? 

Non dovresti prendere Tramadol se:

  • Asma grave o problemi respiratori
  • Disturbo epilettico
  • Insufficienza epatica
  • Problemi di stomaco o intestino
  • Consumo recente di alcol, sedativi, tranquillanti o narcotici
  • Uso di alcuni antibiotici, medicinali antifungini, medicinali per il cuore o per regolare la pressione sanguigna o medicinali per il trattamento dell’HIV o dell’AIDS.

Avvertenze importanti!

  • Non somministrare questo medicinale a persone di età inferiore ai 18 anni.
  • Non somministrare questo medicinale a persone di età inferiore ai 18 anni che hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere tonsille o adenoidi di recente.
  • Se prende tramadolo durante la gravidanza, il bambino può diventare dipendente dal medicinale. Ciò può causare sintomi di astinenza pericolosi per la vita nel bambino dopo la nascita. I bambini nati dipendenti da un farmaco che crea dipendenza possono aver bisogno di cure mediche per diverse settimane.

In Irlanda questo farmaco viene assunto da migliaia di persone per alleviare il dolore da moderato a grave, secondo le statistiche ci sono stati 33 decessi nell’Irlanda del Nord associati a Tramadol.

In Francia, il professor Jean-François Bergmann, capo del servizio di medicina interna a Parigi, avverte che questo farmaco presenta alti rischi di effetti collaterali nel sistema digestivo che portano a costipazione, vomito e persino nausea. In Svizzera, alcuni esperti hanno potuto evidenziare il legame tra Tramadol e il rischio di ipoglicemia grave con ricovero in ospedale.

È importante notare che questo antidolorifico non causa danni se assunto correttamente come indicato dal medico, ma il pericolo aumenta quando gli utenti lo mescolano con altri farmaci o consumano alcol .

Altre alternative naturali per alleviare il dolore!

La natura è così ricca di alimenti che hanno effetti straordinari sull’organismo, quindi esiste una categoria di prodotti naturali che possono svolgere il ruolo di antidolorifici grazie alle loro proprietà analgesiche.

Le curcuma :

La  curcuma  contiene curcumina, un antiossidante che aiuta a proteggere il corpo dalle molecole di radicali liberi che possono danneggiare cellule e tessuti. La curcuma può essere utilizzata anche per il trattamento di molte condizioni e infiammazioni, tra cui artrosi, problemi di digestione, ulcera o psoriasi.

La curcuma non è raccomandata per i pazienti con cistifellea e donne in gravidanza. È anche un potente anticoagulante, che non dovrebbe essere consumato contemporaneamente a un farmaco anticoagulante.

Chiodi di garofano:

Il principio attivo dei chiodi di garofano è l’eugenolo, un antidolorifico naturale che viene utilizzato anche in alcuni antidolorifici da banco. Strofinare una piccola quantità di olio di chiodi di garofano sulle gengive può alleviare temporaneamente il  mal di denti . 

Le persone con disturbi emorragici o che assumono farmaci anticoagulanti dovrebbero fare attenzione quando consumano prodotti a base di chiodi di garofano. L’olio di chiodi di garofano può aumentare il rischio di sanguinamento anormale.

Agopuntura:

Questa antica pratica medica cinese cerca di alleviare il dolore bilanciando i percorsi energetici naturali del corpo. L’agopuntura è efficace per il dolore perché rilascia la serotonina, una sostanza chimica che aiuta ad alleviare il dolore, nel corpo. Uno studio del 2012 ha rilevato che l’agopuntura ha aiutato ad alleviare il dolore associato ad artrosi, emicranie e vari dolori cronici. Questa tecnica però è sconsigliata alle donne in gravidanza perché la stimolazione di determinati punti può innescare un parto prematuro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *